Il Miur ha avviato una serie di iniziative nel quadro della strategia di attuazione del comma 16 della legge 107 e della promozione delle pari opportunità volte a contrastare anche gli stereotipi di genere.

Uno degli stereotipi esistenti dentro il sistema formativo è quello di una presunta scarsa attitudine delle studentesse verso le discipline STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics) che conduce a un divario di genere in questi ambiti sia interno al percorso di studi che nelle scelte di orientamento prima e professionali poi. Solo il 38% delle studentesse indirizza il proprio percorso formativo verso le discipline cosiddette STEM. Il dato, evidentemente ancora troppo basso, si presta a molteplici letture di carattere sociale, culturale e anche educativo/orientativo.

L’I.I.S. “G. Marconi” di Dalmine in collaborazione con l’ I.T.I.S. di Bergamo e ABB SPA, propone la realizzazione di un percorso di orientamento strutturato e innovativo tagliato ad hoc per le studentesse. Il percorso, combina diversi strumenti reputati in azienda come altamente formativi. Dopo una prima fase di orientamento più tradizionale in plenaria, utilizzeremo la metodologia dell’action learning e attraverso il job shadowing, il mentoring e l’intervista strutturata offriremo alle studentesse un punto di vista diverso sulle materie STEM e sui lavori che da queste possono nascere.

Renderemo da ultimo le studentesse stesse prime testimonial delle materie STEM presso le scuole secondarie di primo grado”